17 settembre 2013

Ascoltiamo Massimo Gatti


Ascoltiamo Massimo Gatti

Un altro volto nuovo.
La famiglia del circuito del Trialario si allarga. Almeno per quanto concerne le interviste, e la conoscenza diretta.

Questa volta ad essere “interrogato” dalla redazione organizzativa del circuito, è Massimo Gatti nato a Vigevano il 1 settembre 1980 (auguri Max con qualche giorno di ritardo) e residente ad Asso.
Ciao Massimo. Allo parliamo della tua professione
<<  Sono in titolare della Max Service, un’azienda di vendita e assistenza attrezzature per bar che opera sulla provincia i Como e Lecco>>
Hai sempre praticato trial o arrivi da altre esperienze sportive?
<< Quando avevo circa dieci anni mio padre e un suo amico andavamo a giocare in campagna . Avevano  una fantic 240 e una Bultaco sherpa . Mi facevano usare una fantic 200. Un grande divertimento.  Poi ho praticato motocross ed enduro per 15 anni, solo a livello amatoriale>>
Ma come nasce la passione per il trial
<< Un amico nel 2010 mi ha fatto provare la sua sherco 4t. Mi sono subito divertito e dopo qualche mese mi sono comprato una Montesa 315 con la quale ho passato due stagioni a prender le misure al trial facendo qualche gara nell’alltrial con qualche bel podio nella tr5.>>
Quindi di moto ne hai fatti passare tante
<< Abbastanza. Quindi Montesa 4rt repsol World Race del Future Trial Team, Honda CR250R 2t>>
Un bilancio di questa stagione 2013?
<< Per me questo é un anno di apprendimento. E’ il primo anno che affronto le gare in questa categoria. Sono molto soddisfatto, anche se ho ancora tanto da imparare e migliorare, ad ogni gara faccio progressi e mi diverto sempre moltissimo>>
La gara dove ti sei divertito di più ?
<< La gara di Alcenago é stata molto bella come zone, ma anche Piani dei resinelli. Mi fermo qui, se no finisce che dico che mi sono piaciute tutte>>
Vuoi dare un suggerimento agli organizzatore del circuito?
<< Un po’ più di attenzione e imparzialità nei giudizi dei giudici, dove possibile tracciare in modo da poter dare la possibilità di seguire più traiettorie per superare gli ostacoli, così da far emergere l’estrositá dei vari piloti, dividere nella classifica di gara e di campionato i piloti delle categorie under dagli over>>
Quante volte ti alleni?
<< In stagione di campionato dalle 2 alle 4 volte a settimana in moto cercando di variare il più possibile le zone di allenamento in funzione della gara del weekend. Fuori stagione 1 o 2 volte alla settimana. Tutto l’anno pratico un po’ di escursionismo a piedi e un po’ di palestra>>
Cosa significa per te praticare il trial?
<< È una valvola di sfogo e un modo per “fuggire” dai problemi della vita quotidiana divertendomi, oltre che un ottimo modo per mantenere in forma corpo e mente>>

Un saluto  particolare?
<< Ciao a tutti gli amici MOTOCICLISTI!>>

 


Lasci una risposta

You must be a logged in to post a comment.

Lascia un Commento